Chi sono

R O S A R I O   G E N O V A

C U R R I C U L U M – V I T A E

INFORMAZIONI PERSONALI

Stato civile: Coniugato

Nazionalità:Italiana

Data di nascita: 22 luglio 1966

Luogo di nascita: Fulda (Germania)

Residenza: Manzano

Codice fiscale : GNVRSR66L22Zl l2R

ISTRUZIONE

Diploma di qualifica di “Operatore delle Telecomunicazioni‘, presso l’Istituto Professionale “G. Cecconi” di Udine;

PROFESSIONE

  • Brigadiere Capo Q.S. (Ruolo d’Onore) dei Carabinieri – arruolato nell’Arma dei Carabinieri il 12 febbraio 1985 e congedato il 14 aprile 2022;
  • ha prestato servizio in vari reparti dell’Arma, in Friuli Venezia Giulia;
  • ha partecipato alla missione di pace in Bosnia-Herzegovina con la NATO

LINGUE STRANIERE

  • Conoscenza scolastica della lingua inglese.

ATTIVITA’ SOCIALE

  • Socio Onorario dell’Associazione Nazionale Carabinieri Sezione di Toronto (Canada);
  • Novembre 2004 a Novembre 2007 eletto nel Consiglio di Circolo – incarico alla giunta esecutiva – dell’Istituto Comprensivo di Manzano;
  • Marzo 2005 a Febbraio 2008 segretario della Proloco di Manzano Settembre 2006 – Maggio 2007 Presidente dell’Associazione Genitori Utenti Organizzazioni Scolastiche di Manzano;
  • Maggio 2007 – nominato Assessore al Commercio e Innovazioni Tecnologiche, Turismo, Territorio e Agricoltura del Comune di Manzano (UD);
  • Maggio 2012 – Gennaio 2014 – rieletto e nominato alla carica di Vice Sindaco e Assessore alle Innovazioni Tecnologiche, Personale, Patrimonio, Viabilità e Polizia Municipale del Comune di Manzano (UD);
  • Maggio 2014 – Aprile 2019 eletto Consigliere Comunale del Comune di Manzano e facente parte della Commissione Elettorale;
  • Collegio dei Probiviri dell’Unione Nazionale Cavalieri d’Italia (U.N.C.I.), per il periodo 2014- 2017;
  • Ottobre 2O14 – Maggio 2019 Componente del Consiglio Direttivo del Friuli Venezia Giulia dell’ A.N. C. I. (Associazione Nazionale Comuni d’ Italia) ;
  • ottobre 2014 – luglio 2ol9 – Presidente dell’Istituto I.s.I.s. “PAOLINO D’,AQUILEIA” Istituto Tecnico Agrario – Istituto Tecnico Economico – Istituto Professionale, di Cividale del Friuli (UD);
  • Marzo 2015 a tutt’oggi – Presidente dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Manzano (UD);
  • Iscritto nella Protezione Civile Nazionale dell’Associazione Volontari di San Giorgio O.d.V. – Delegazione Protezione Civile – Aiuti Umanitari;
  • Luglio 2018 a maggio 2023 – componente effettivo del Co.Mi.Par. F.V.G. (Comitato Misto Paritetico delle servitù militari), eletto dal Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia;
  • 2023 – Coordinatore del Campo Alpino Natisone, nominato dall’Amministrazione Comunale di Manzano, in occasione della 94^ adunata degli Alpini a Udine, gestendo per 4 giorni circa 500 personale per dormine, mangiare, divertimento, visite presso le aziende vitivinicole e di sedie;
  • 2023 – Ideatore e promotore del progetto dal titolo “Monumenti e lapidi fra storia e memoria della Grande Guerra” elaborato “dall’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Manzano, presentato all’Amministrazione Comunale di Manzano e al mons. Rivetti, e con l’autorizzazione da parte della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia, un documento per non dimenticare e far conoscere alla Comunità e al turista per caso, facendo cultura più ampia e partecipativa, con l’installazione di questi pannelli presso:

– monumento in Piazza della Chiesa

– monumento di Manzinello

– lapidi installate nel campanile di San Lorenzo e Oleis,

detti anche “monumento-traccia” appartiene alla memoria (tradizione e patrimonio) e ha valore di cultura: in questo caso il luogo di memoria è inteso come luogo di identità, la cui funzione primaria è di testimoniare.

Il luogo di memoria ha come scopo di fornire a tutti noi, al passante, il quadro autentico e concreto di un fatto storico, rendendo visibile ciò che non lo è, e noi presentiamo la storia attraverso con le nuove tecnologie digitali (foto, descrizione monumento/lapide, scheda del caduto racchiuso in un QR-CODE).

I luoghi di memoria, aiutano a “fermare il tempo, fissare uno stato di cose, racchiudere il massimo del significato nel minimo dei segni“.

Al centro di questo progetto, si intende stimolare anche un turismo culturale e dunque la creazione o l’intensificazione di flussi di visitatori. Il progetto privilegia certamente luoghi e ricordo e la non scomparsa delle tracce che testimoniano gli avvenimenti passati;

– 2023 – L’operato dell’associazione combattenti e reduci che rappresento in qualità di Presidente, che non è solo storia e memoria ma anche stare vicino agli eredi – Genova, distintosi per l’impegno profuso nel far conoscere la possibilità di ottenere i risarcimenti alla luce del Fondo varato nel 2022 dal Governo Draghi) – molte persone non sono riuscite ad adire il Tribunale entro il termine di legge, perdendo così la possibilità di accedere al Fondo ristori.

«Il termine era troppo stretto», prosegue Genova facendosi portavoce delle lamentele di numerosi soci della Sezione manzanese: «per avviare il giudizio è necessario reperire documentazione risalente ad ottant’anni fa che, in alcuni casi, è stata rilasciata dopo mesi a causa delle molte richieste avanzate dagli eredi delle vittime, che hanno inevitabilmente ingolfato gli archivi di stato. A ciò si è aggiunta una – pressoché totale – assenza di informazione da parte dei canali istituzionali: alcune persone hanno scoperto l’esistenza del Fondo per puro caso, leggendo i quotidiani, solo pochi giorni prima della scadenza del termine per incardinare la causa, perdendo così la possibilità di ottenere il risarcimento».

Assistiamo decine di famiglie per le cause risarcitorie intentate contro la Germania, di mettere a punto un’azione che consenta di recuperare l’opportunità di accedere al Fondo “ristori”. Genova Presidente della Sezione di Manzano ANCR – «l’apposizione del termine di decadenza è di dubbia costituzionalità, alla luce della natura imprescrittibile – già sancita dal diritto internazionale proprio con riferimento ai crimini nazisti – del diritto al risarcimento dei danni derivanti da crimini di guerra e contro l’umanità, quali sono quelli perpetrati dalle forze armate tedesche in danno dei nostri concittadini all’indomani dell’Armistizio di Cassibile».

Il diritto al risarcimento, dunque, deve poter essere esercitato senza alcun limite temporale.

Grande soddisfazione da parte di tutti quegli eredi che si sono rivolti alla nostra all’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Manzano, presieduta da Genova Rosario.

  • 4 novembre 2023 – Il Presidente Genova Rosario ha promosso una grande progettualità storica tra l’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Sezione di Manzano, Amministrazione Comunale di Manzano e all’Istituto Comprensivo di Manzano, con i professori e i ragazzi delle classi 3A, 2A e 2B, con le Associazioni Combattentistiche per l’allestimento del palco con dei manichini in divisa storica nel presentare il progetto dal titolo “INTRECCI DI STORIA: GLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO RACCONTANO DI MANZANO”, un percorso didattico sulla Grande Guerra, capace di coinvolgere e attivare le capacità di ricerca degli studenti. Il ricco patrimonio documentaristico (documenti scritti, grafici e fotografici, testimonianze, articoli dei quotidiani dell’epoca) al fine di accrescere negli studenti la voglia di conoscere e comprendere gli avvenimenti storici, educando così in maniera critica la memoria, fondamentale strumento di crescita umana, civile e culturale, capace di dare spessore all’analisi del presente, un interessante punto di partenza, per la costruzione di un percorso didattico sulla Grande Guerra, capace di coinvolgere e attivare le capacità di ricerca degli studenti, tutto questo lo definirei “web-memoria”. Hanno individuato un percorso di linee di sviluppo come itinerario d’approfondimento del territorio, illustrando con proiezione e racconto su:

– sergente Cantarutti Tarcisio, 4^ squadriglia aeroplani, decorato di 2 medaglie d’Argento al V.M.

– soldato Passoni Lorenzo, 116° reggimento fanteria, decorato medaglia d’Argento al V.M.

soldato Foscolini Giuseppe, 39° reggimento artiglieria da montagna.

lettere, manoscritti di corrispondenza tra soldato e famiglia. Tutto questo sarà “MEMORIA e CUSTODE” della ricerca del territorio, che verrà, custodito nella Biblioteca Comunale di Manzano. Questo deve rimanere vivo e vibrante il ricordo dei Reduci, dei gloriosi Caduti per l’assolvimento del dovere anche come riferimento e sprone per i giovani di oggi e di domani.

DECORAZIONI

  • Cavaliere della Repubblica Italiana;
  • Medaglia d’Argento per anzianità di servizio;
  • Medaglia Nato;
  • Medaglia commemorativa per missioni estero;
  • Medaglia d’argento con spade al merito melitense del Sovrano Ordine Militare di Malta;
  • Medaglia di Bronzo di Benemerenza del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio;
  • Croce Commemorativa della Croce Rossa Italiana “Per aver attivamente partecipato alle Operazioni di Soccorso e di Assistenza della CRI nell’ambito dell’Emergenza ” SISMA HAITI 2010″ ;
  • Medaglia “Distintivo gara Sportiva” Repubblica Tedesca”;
  • Medaglia d’argento di benemerenza Giubilare Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio;
  • Medaglia “SACHSISCHEN FLUTffiLFER-ORDEN 2013” alluvione in Sassonia (Germania), “Per aiuti umanitari forniti alle persone ed ai luoghi colpiti dall’alluvione di quell’anno”;
  • Medaglia di Benemerenza de Plata – 300° anniversario dalla promulgazione della Bolla “Militantis Ecclesiae” promulgata da S.S. Papa Clemente XI del Sacro Militare Ordine Costantiniano;
  • Lettera di ringraziamento da parte del Parlamentare federale e Ministro dell’Immigrazione on. Judy SGRO dello Stato Canadese.

SPOSATO

figli: Alessandro e Fabio.

RELIGIONE Cattolica

AUTORIZZAZIONE AL TRATTAMENTO DEI DATI

In osservanza alla vigente normativa sulla tutela della privacy autorizzo il trattamento dei miei dati personali.

Manzano, 01 dicembre 2023